#GIorno 32






Nuovo ritardo , nuova storia da raccontare.
Arrivo in stazione e il mio treno ha 25 min di ritardo, mi metto sulla banchina tranquilla, faccio una telefonata e intanto la voce annuncia che il ritardo è diventato di 30 minuti
Sono stanca morta e c'è un caldo umido che fa schifo. Così decido di andarmi a prendere un ghiacciolo in uno dei peggiori bar di Isernia (a questi Caracas je fa un baffo). Prendo il mio ghiacciolo, mi affaccio nella sala d'aspetto (sempre quella della prima puntata, con i seggiolini rotti e la puzza di fumo) e vedo due vecchiette che chiacchierano, così decido di sedermi accanto a loro. Inizia una conversazione tra le due signore, che si erano conosciute in quel momento, su pecore, vitelli, sagra della pezzata, ricette sulla polenta e, per finire in bellezza, sulle processioni della città.
 E insomma, ho imparato che la polenta viene meglio se ci metti le patate lesse e che è meglio la carne di pecora dell'alto molise che quella di vitello perchè le pecore le lasciano al pascolo e non mangiano schifezze.
 Grazie trenitalia.

Nessun commento:

Posta un commento

copyright © . all rights reserved. designed by Color and Code

grid layout coding by helpblogger.com