#Giorno 21


#giorno 21 

Torno nuovamente a scrivere dal treno, qui l'avventura sembra non finire mai.

All'andata tutto ok.
A ritorno, arrivo in stazione, corro subito a guardare il tabellone e ok il mio treno è in orario, partenza binario 1. 
Perfetto, mancano un paio di minuti quindi mi metto tranquilla sulla banchina ad aspettare con tante altre persone. Al binario due c'era un treno fermo con della gente a bordo, sembra tutto normale. Riguardo il tabellone elettronico sulla banchina del binario 1 che mi conferma ulteriormente che il mio treno partirà da lì. Dopo un minuto un signore con una camicia bianca attraversa allegramente i binari urlando: tutti a bordo, si parte. E poi qualcos'altro che sembrava fosse "Campobasso" ma il tutto mentre saliva sul treno ad un binario di distanza. (Il tizio in questione era il macchinista). Poi la voce dal megafono annuncia "il treno regionale per Campobasso è in partenza al binario  bucf" per ben due volte. Io e un altra ragazza ci guardiamo intorno chiedendoci cosa cavolo avesse detto, ricontrolliamo i tabelloni sui quali c'è scritto che il nostro treno partirà dal binario 1. Poi alla ragazza accanto a me viene il dubbio e urlando chiede al macchinista se quello fosse il nostro treno e lui ci dà risposta affermativa. 
Wow.
Corriamo verso il treno con i controllori che ci incitavano a correre. - Per fortuna siamo nel nulla e il capotreno ci aspetta- 
Bene sono sul treno. È anche in orario. Fantastico.

Superiamo Isernia e il treno si ferma. C'è un caldo allucinante ovviamente siamo fermi al sole e lìaria condizionata su questo ammasso di ferraglia incandescente non esiste. La gente farfuglia qualcosa, sento la parola "carabinieri" ma non riesco a capire di più. Stiamo fermi lì un mezz'ora circa, poco meno, poi il treno a passo d'uomo inizia a camminare . A quel punto capisco: un passaggio a livello è rotto e il treno non può attraversare. Però boh, alla fine siamo passati senza aspettare carabinieri o altro, due suonate di clacson e via... ok.
Siamo salvi? Cos'altro potrà succedere?
Alla stazione successiva (circa 10 minuti dopo) - stazione che in genere è deserta-  c'erano circa un centinaio di persone ferme ad aspettare proprio il treno su cui ero io. 
Appena si aprono le porte salgono tipo cavallette. 
Il treno ha solo due carrozze e tutti si ammassano nei due minuscoli corridoi. Probabilmente vengono dal treno precedente che si sarà rotto. 
C'è un bimbo riccio, biondo con gli occhiali da sole che si guarda intorno e urla alla nonna che deve fare merenda, dà un morso ad un cornetto. Poi basta, è già sazio.

Ora, tutti ammassati ed accaldati, stiamo per arrivare, mancano circa una ventina di minuti. Che sia la volta buona ?

Nessun commento:

Posta un commento

copyright © . all rights reserved. designed by Color and Code

grid layout coding by helpblogger.com