Un incubo da cui per fortuna mi sono svegliata



L'ultimo mese è stato difficile, forse uno dei più difficili della mia vita.
E' iniziato con l'ansia di un esame, abbastanza tosto e che per me era molto importante passare, e a questo si aggiungeva la malinconia per la fine dell'esatete e il dover salutare ancora una volta i miei e la mia casa giù.
Passato l'esame, dopo un primo momento di gioia e "fanculo tutto ora mi godo tutti i giorni di agosto che lo studio mi ha tolto" è arrivata la fase semi-depressa del "piove, pioverà per sempre ed il prossimo esame è troppo lontano per farmi venire voglia di studiare".
Poi è iniziato ottobre e con lui 15 giorni davvero neri!
Per farvela molto breve: il 30 settembre mi dicono che mi posso immatricolare (ancora non ero immatricolata perchè l'anno scorso non mi sono trovata con i tempi della domanda essendomi laureata a Dicembre), il giorno seguente scopro per puro caso che non posso immatricolarmi se prima non super un test. Faccio questo benedetto test che mi va abbastanza bene ma... il punteggio per il superamento di tale prova viene stabilito alla cazzum solo dopo la correzzione della stessa dda parte della commissione.

E così arriviamo a lunedì mattina.
Econo i risultati.
Per un punto sono fuori.

In quel momento, e per tutta il resto della giornata è piombato il buio più totale davanti a me.

So che può sembrare esagerato ma vi giuro che se vi trovaste in una situazione di questo tipo, in cui vedete un anno della vostra vita buttato nel cesso, un anno di sacrifici, di nottate di studio e tanta ansia, e soldi spesi, senza una prospettiva per il prossimo anno, beh la vostra vita in quel momento perde qualsiasi senso. E vi giuro che non avrete nè tempo nè modo di capire che nella vostra vita ci sono cose più importanti.

Quella sera scopro che quel test non avrei dovuto neppure sostenerlo e che però dalla segreteria mi era stato detto di non consegnare delle cose che invece risultavano essenziali.
Passo due notti praticamente insonni e in mezzo una giornata in cui aspetto notizie, perchè non mi era stato ancora detto se quei documenti avrei potuto inviarli e risolvere così il tutto. Faccio passare un giorno poi passo tutta la mattina seguente attaccata al telefono a cercare di chiamare la Preside del CdL che ovviamente non si degna di rispondermi. Alla fine decido di inviarle tutti i documenti ugualmente.
Finalmente risponde alla mail.

E' tutto risolto!

Sembra un incubo, da cui però finalmente mi sono svegliata.

[Devo ringraziare soltanto una persona, e penso che non la ringrazierò mai abbastanza, se quel giorno dopo momenti di panico sono riuscita a trovare un minino di forza per reagire e trovare una soluzione <3]

Nessun commento:

Posta un commento

copyright © . all rights reserved. designed by Color and Code

grid layout coding by helpblogger.com