Io e la mia tiroide

Da quando sono ritornata a Bologna ho avuto troppi pensieri per la testa e troppa ansia per fermarmi un attimo a pensare alle cose positive e oggi, in questa (quasi)tranquilla domenica mattina, mi prendo un po' di tempo per raccogliere qualche briciolo di positività.

Sono salita così presto, "abbandonando" giù ragazzo, genitori, amici, parenti e serate varie, per andare a fare il solito controllo di routine per la tiroide e, finalmente, la dottoressa mi ha detto che sto andando bene così e che, con mia grande gioia, non serve che prenda la pillola e che torni a fare la visita periodica in ospedale ogni sei mesi.

Sono felice che non dovrò prendere più quella dannata pillola perché, dopo aver visto lo scombussolamento che può causare ne ho il terrore.

Non avevo minimamente idea di cosa possano causare gli ormoni impazziti all'interno del nostro corpo. Di sicuro,nel mio caso, anche il fatto che sia una persona molto ansiosa e che quello non fosse proprio uno dei miei periodi migliori, avrà influito, ma a star tanto male non ci ero mai arrivata e la situazione mi ha fatto prendere un bel colpo.

Quindi, Gente, meglio un ago in più nel braccio che una vita da buttare nel cesso. E no, non vi sto dicendo di drogarvi, ma di controllarvi se non state bene, anche se pensate sia "solo" un problema psicologico momentaneo.

Insomma la mia tiroide non è guarita e non guarirà mai ma reagisce bene e mi fa stare tranquilla, almeno per ciò che dipende da lei..

Buona domenica, Gente.
 

Nessun commento:

Posta un commento

copyright © . all rights reserved. designed by Color and Code

grid layout coding by helpblogger.com