La mia dieta

Si sa, a noi donne capita 250 volte all'anno di dire :
"da domani mi metto a dieta!!"
"no, questa volta la faccio seriamente!"
e poi puntualmente arriva il primo sabato in cui inizi con un cocktail e pensi :
"ok, oggi ho sgarrato, ma è solo oggi!" e poi il giorno dopo vai a pranzo dalla nonna che ti prepara da mangiare come se non ci fosse un domani, cosi i giorni a seguire inizi a pensare che ormai la tua dieta è andata a puttane e nel giro di un paio di giorni te ne sei proprio dimenticata totalmente!! Non potete immaginare quante volte mi sia capitato, perchè succede sempre, che anche con i migliori propositi poi arrivi a pensare che un piccolo sgarretto ci sta, ma poi questi sgarretti si moltiplicano fino ad errivare a mandare tutto all'aria.
Ma a gennaio dell'anno scorso, dopo davvero tanti e tanti mesi che continuavo a vedere le foto pubblicate dagli amici e pensavo :" ma quella non sono io! non posso essere diventata così!" se non fosse stato per i vestiti che faticavano ad entrarmi o comunque non vestivano bene io non mi sentivo di essere ingrassata tanto, se non guardando quelle stramaledette foto che, ovviamente, non volevo mai che mi facessero, decisi di cercare una dieta che facesse al caso mio, che amo mangiare e cucinare!
 Così trovai la dieta "weight watchers", poi rinominata anche dieta a punti e con mille altri nomi, il concetto è sempre lo stesso: con un semplice calcolo matematico, tenendo conto di kcal e grassi di ogni alimneto si trova un punteggio.
Il calcolo in questione da dover fare per ogni alimento è  calorie della porzione/60 + grassi della porzione/9 = punti
Questi calcoli per fortuna ci hanno pensato altri a farli per noi, in questo modo noi abbiamo la nostra bella (e stralunga) lista degli alimenti tra i quali possiamo trovare ciò che desideriamo mangiare. Ovviamente dovremo calcolare anche il numero di punti che possiamo pemetterci giornalmente e lo possiamo fare con questa tabella:
Sommate i risultati ottenuti. Otterrete così il numero
corrispondente al vostro POINTS Target.

Ora, detta cosi la cosa sembra estremamente facile, ma anche estremamente dispersiva. Se non si fosse molto equilibrati si potrebbe finire per avere un'alimentazione altamente scorrett,.quindi cercerò di riassumere tutte le piccole regoline che mi aiutavano a seguirla al meglio.
 Prima di tutto MAI fare meno di 17 punti al giorno, sarebbe solo controproducente perchè il vostro metabolismo si bloccherebbe, inoltre il vostro cervello e i vostri muscoli hanno estremo bisogno di zuccheri, proteine, vitamine e quant'altro e noi vogliamo stare in forma, quindi dobbiamo aiutarlo questo corpicino a funzionare! Inoltre con una dieta del genere si potrebbe pensare di poter mangiare in un giorno solo dolci (tanto basta rimanere entro i punti:)) e ovviamente non e' così, mi dispiace per voi, ma i punti dei dolci non possono essere utilizzati per arrivare al punteggio minimo di 17 ma possono occupare sono quei punti dal 17 fino ai nostri punti tanget, però sì ci posssiamo concedere anche quelli con moderazione. Io ovviamente ho cercato di non mangiarne quasi mai se non un quadratino di cioccolata ogni tanto.
Altra cosa importante: in questa dieta ci viene detto di poter mangiare patate, riso e pasta a sazietà.. ecco.. questa secondo me è una cosa un pò discutibile, nel senso che bisogna capire bene il concetto di sazietà e bisogna essere consapevoli di saper dire basta quando siamo pieni ma ancora non stiamo scoppiando. Beh io in questo penso che proprio non ci ruscirei, credo che una persona mentre sta mangiando difficilmente riesce ad accorgersi che è sazia prma di sentirsi piena, o per lo meno per me è così! quindi io, non riuscendo a rinunciare alla pasta ogni giorno l'ho ridotta a 50-70 grammi al giorno contanto ovviamente i rispettivi punti e di patate un paio di patate piccole (sinceramente le patate non stavo lì a pesarle). Come ogni persona che abbia fatto almeno una dieta, o almeno ne abbia sentito parlare, ho deciso di non mangiare insieme la pasta e poi il pane , oppunre le patate e il pane o le patate e la pasta in uno stesso pranzo, o meglio, si puo fare se riduciamo le quantità di entrambe le cose. Stessa cosa vale per le proteine. Una cosa secondo me che davvero aiuta in una dieta è avere le verdure illimitate, farsi un bel piatto con poca pasta e tante verdure ci riempie molto e ci lascia anche soddisfatti. Per quanto riguarda la "giornata libera" che molte diete hanno, quì funziona in modo un pò diverso, nel senso che la giornata libera, totalmente libera, non esiste, (anche se io personalmente non penso sia sbagliata se una persona sa un minimo controllarsi e non mangia 4 volte al giorno al mc donalds per capirci :) In questa dieta segnando il punteggio che raggiungiamo giorno per giorno ci accorgeremo che non tutti i giorni siamo arrivati al nostro limite, ecco, sommando i punti che mancano per arrivare al nostro limite per ogni giorno si ottiene un numero, quelli saranno i nostri punti bonus da poter utilizzare un giorno (solo uno!) della settimana.Attenzione però perchè il limite dei punti bonus è 10, tutti gli altri a fine settimana andranno persi e si ricomincerà col nuovo conteggio. Punti bonus giornalieri si poossono raccogliere facendo attività fisica :


I punti dell'attività fisica possono essere tramutati in punti alimentari da aggiungere ai punti target solo se sono almeno 2 punti giornalieri e, inoltre, non possono superare i 12 punti. Altrimenti possono non essere aggiunti ai punti target aumentando cosi il processo di dimagrimento.
Per quanto riguara l'olio c'e' scritto di non usarne mai meno di tre cucchiaini al giorno, io mi sono resa conto che stavo sempre in quei tre perchè in genere non ne uso molto. A me la dieta strutturata in questo modo è servita molto poichè mi ha lasciato libera di uscire con i miei amici e concedermi un bicchiere di vino senza doverlo considerare uno sgarro, mi ha permesso di mangiare ogni giorno la pasta, e mi ha permesso di lasciare libero sfogo alla mia fantasia quando mi mettevo ai fornelli. Penso che riuscire ad inventarsi sempre cose nuove sia davvero importante per chi sta a dieta perchè ti permette di non stancarti di mangiare sempre le stesse cose, molto spesso anche un pò tristine...ovvimente ho seguito un mio schema mentale per ogni pasto, nel senso che includevo sempre una parte di carboidrati, una di proteine, una di verdura, una di frutta ed una di grassi (es olio).. ho sempre fatto 4 o 5 pasti al giorno in modo da tenere il mio metabolismo capriccioso sempre sull'attenti e cercavo di variare la mia alimentazione il più possibile. Raggiungere dei risultati, qualunque essi siano, ci fa sentire meglio, ci fa essere un pò piu orgogliosi di noi stessi e ci fa essere migliori anche nei rapporti con gli altri...

Da questo forum ho scaricato il manuale che, come dice la ragazza in questione, non è ufficiale ma, sicuramente potrà esservi utile per i punteggi e altri chiarimenti vari.

E ora.. il mio cambiamento...



PRIMA
DOPO


Nessun commento:

Posta un commento

copyright © . all rights reserved. designed by Color and Code

grid layout coding by helpblogger.com